Intonaco per interni ed esterni: la guida

By Monica Moscheni In News 2 Comments

Che si tratti di una nuova costruzione o semplicemente di una ristrutturazione, l’intonaco è indispensabile per completare la realizzazione delle superfici murarie interne ed esterne.
Conoscere tipologie e applicazione è quindi importante per assicurarsi della corretta esecuzione dei lavori.

Caratteristiche e funzionalità

L’intonaco è un rivestimento di tipo minerale. Il suo utilizzo consente di proteggere la struttura della parete, livellare le superfici e diventare supporto per le successive finiture.
L’applicazione viene solitamente eseguita in tre fasi:

  • Rinfazzo o abbozzo: ha il ruolo di supporto, livellamento e regolazione della superficie. Garantisce inoltre l’aderenza dello strato successivo
  • Arriccio (arricciato o intonaco rustico): consente di avere un rivestimento perfettamente complanare. In questo stadio il prodotto deve garantire una buona compattezza e una scarsa tendenza alla fessurazione
  • Il terzo e ultimo strato entra direttamente a contatto con la finitura decorativa; assume particolare importanza qualora si voglia finire le pareti a gesso

A seconda che si trovi all’esterno o all’interno, l’intonaco svolge ruoli diversi: nel primo caso avrà funzione protettiva nei confronti degli agenti atmosferici, nel secondo invece dovrà assorbire l’umidità e rendere perfettamente liscia la parete per l’applicazione della finitura.

Applicazione intonaco a Bergamo

Tipologie di intonaco

L’ampia gamma di intonaci presente sul mercato risponde alle esigenze dei diversi tipi di murature.
Non solo è necessario trovare la giusta qualità di prodotto, ma anche procedere ad una posa corretta: le condizioni ambientali devono rispettare particolari standard (temperature comprese tra +5 e + 35 gradi e umidità del 65%), i tempi di attesa tra uno strato e l’altro devono permettere la carbonatazione.
Tra le varie tipologie, si possono trovare:

  • Intonaci di gesso: vengono solitamente utilizzati per gli ambienti interni. Tra le proprietà riscontrate vi sono l’assorbimento dell’umidità, le prestazioni acustiche e il contrasto ai ponti termici
  • Intonaci cementizi: sono impiegati come fondo su murature in mattoni e calcestruzzo
  • Intonaci deumidificanti: vengono utilizzati per murature già interessate dall’umidità. I lavori prevedono una prima fase di rimozione dell’intonaco intaccato, per poi procedere all’applicazione del nuovo strato.
  • Intonaci termoisolanti: possono contribuire all’isolamento termico, assicurando un miglior scambio energetico tra muratura e ambiente.
  • Intonaci ignifughi: a base di gesso e vermiculite, proteggono strutture portanti per aumentare la loro resistenza al fuoco
  • Intonaci senza additivi chimici: hanno una composizione del tutto naturale. Prima utilizzati solo in bioedilizia, oggi stanno trovando sempre maggior impiego anche nell’edilizia tradizionale.
  • Intonaci fibrorinforzati: vengono utilizzati per il ripristino di intonaci già intaccati oppure per rimediare a fessure e crepe

Prodotti a rinforzo

In abbinamento all’applicazione dell’intonaco vengono utilizzati protettivi e rasanti.
Sempre più frequente è l’utilizzo di reti metalliche di armatura, che vengono inserite tra il supporto murario e l’intonaco, con la funzione di prevenire la formazione di crepe e fessurazioni causati da assestamenti oppure da agenti atmosferici.


EmmeCi: esperta nell’applicazione di intonaci a Bergamo, Milano e in Lombardia

EmmeCi è un’impresa edile che si occupa di ristrutturazione casa, isolamento termico e tinteggiature.
L’esperienza ventennale nel settore ha reso i nostri professionisti particolarmente abili nell’applicazione degli intonaci più adatti a qualsiasi tipologia di muratura. Avrai garanzia di risultati sempre ottimali.