Rifacimento facciate: i segnali e alcuni consigli per il condominio

By Monica Moscheni In News 1 Comment

La facciata esterna, che si tratti di una casa o un condominio, non è solo una questione di estetica. L’aspetto esteriore infatti può rivelarci molto anche dello stato della struttura interna.
Procedere con un periodico rifacimento facciate mantiene intatta la bellezza dell’edificio ed evita ripercussioni più gravi sull’intera costruzione.

 

 

I danni che può presentare una facciata

Tra i tanti segnali che denotano il degrado delle facciate esterne, due balzano subito all’occhio: le crepe e le muffe

Crepe: attenzione alla profondità

Vengono comunemente definite crepe delle spaccature che appaiono su una parete. Possono essere la conseguenza di una molteplicità di fattori, alcune volte difficili da individuare. Esistono crepe di notevole spessore e profondità, altre molto più superficiali e circoscritte.
Se l’estensione delle crepe diventa notevole, vi è un’elevata probabilità che il danno abbia intaccato anche la struttura portante dell’edificio. In questo caso risulta necessario l’intervento di una ditta specializzata, che non solo provvederà al rifacimento delle facciate, ma anche a mettere in sicurezza l’intero edificio.
A determinare la formazione di una crepa possono essere cedimenti strutturali oppure del terreno. Nel secondo caso i professionisti procederanno anche con interventi mirati al consolidamento del terreno stesso.

Muffe: il colore è determinante

Umidità, piogge frequenti e altre intemperie provocano la formazione di muffe. Le facciate esterne di un edificio, con la loro esposizione, sono il bersaglio più frequente. Avevamo già approfondito l’argomento di muffe e batteri nell’articolo dedicato alle finiture per esterni, prodotti che vanno a contrastare questi danni.
Il campanello d’allarme più preoccupante è la presenza di macchie di tonalità che vanno dall’arancio al nero: i danni sono già penetrati nella muratura, l’intervento di una ditta specializzata rimuoverà i microrganismi per poi ripristinare le condizioni ottimali.

Il rifacimento facciate di un condominio

Se il proprietario di una casa autonoma può richiedere in modo rapido l’intervento per la ristrutturazione della facciata, altrettanto non è concesso a chi abita in condominio.
L’inquilino che si accorge di crepe e di muffe, prima di procedere a chiamare un’impresa edile deve ottenere il preventivo consenso dell’assemblea di condominio.
Le spese di rifacimento in quanto non voluttarie (salvo poche eccezioni) sono a carico di tutti i condòmini, sia favorevoli che contrari.

 


Vuoi eliminare muffe e crepe che minacciano non solo l’aspetto, ma anche la struttura della tua casa o condominio?

EmmeCi Ristrutturazioni esegue interventi di rifacimento facciate a Bergamo, Milano e nelle province lombarde.

Qui sotto trovi le foto di un lavoro che abbiamo eseguito presso una palazzina di Bergamo: l’applicazione di finiture sulla facciata servirà da prevenzione contro muffe e umidità. 

Per richiedere più informazioni o un sopralluogo, contattaci al numero 393 8598 821 oppure compila il modulo della pagina